Manolo Free Solo in Dolomiti nel 1992

Manolo Free Solo in Dolomiti nel 1992

Maurizio Manolo Zanolla è sempre stato oltre che un grande climber e fondatore dell’arrampicata moderna anche un ascetico poeta della natura. Durante la sua lunga e gloriosa carriera arrampicatoria ha inanellato tanti successi ma più di tutti ha influenzato tutti noi. Attraverso la ricerca della bellezza nell’arrampicata ha contribuito in modo decisivo a rendere l’alpinismo classico e tradizionale, finalmente Moderno. L’arrampicata sportiva passa proprio dalle sue grandi mani, in particolar modo qui in Italia, quando negli ultimi anni 70 e primi anni 80 ha importato il modo americano e francese di scalare le montagne, ha fatto togliere a tanti montanari gli scarponi e gli ha fatto infilare le scarpette di gomma. La via di arrampicata diventava così da artificiale a “Libera” o “Rotpunkt” per dirla con le parole di Wolfgang Gullich e Kurt Albert. L’estetica del gesto prevale finalmente sulla ricerca ossessiva della vetta, della cima ad ogni costo. Indipendentemente dall’ambiente montano la via di arrampicata diventa finalmente globale, che sia Dolomiti, Alpi o Capitan non importa, la via di arrampica scende fino a valle con l’invenzione della Falesia sportiva, la sardegna o la costiera amalfitana diventano un luogo adatto anche agli arrampicatori più esigenti. In questo video che proponiamo sul nostro canale youtube direzione verticale dove periodicamente ci occupiamo di pubblicare video tutorial e vintage dedicati al mondo dell’outdoor, Maurizio  Zanolla alias Manolo è in Free Solo nelle Dolomiti e si allena al campus board (Pan gullich) durante riprese video dsel 1992 .


visita un altro meraviglioso album di foto di arrampicata vintage clicca climbing in the 80s

rock-climbing-history

0

Contatti

Sede Legale: Via Ponte Aiello, 68 84012 Angri (Sa).
Sedi Operative: Napoli, Castellammare di Stabia (Na), Positano (Sa).

Telefono

+39 338 727 9878

X